Sono ormai un paio d’anni che nel web si parla spesso di Flat Design, anche grazie all’influenza delle grandi aziende. I designer e gli sviluppatori sono stati portati a sviluppare le loro grafiche con uno stile sempre più piatto, caratterizzato da linee semplici e pochi effetti.

Queste evoluzioni nel design hanno portato non pochi cambiamenti tra Designer e Sviluppatori. Chi sviluppa grandi applicazioni o siti web lo sa, “temizzare” tutte le varie interfacce non è un lavoro semplice. Per non parlare di quanto lavoro occupi ottimizzare tutte le immagini, per avere tutti gli effetti nei pulsanti, come al contenuto. E questo diminuisce notevolmente le prestazioni del sito. Grazie al Flat Design tutto questo è molto più semplice: non essendoci effetti particolari non si ha bisogno di implementare immagini varie nel sito e questi pochi effetti possono essere replicati con semplici regole di CSS.

E le immagini? Vogliamo parlare di quante immagini servivano per fare un semplice pulsante? Tutti i vari colori, i vari stati (normali, hover, attivo) e tutte le grandezze. E questo ripetuto per tutti gli elementi del sito. Oltre al tempo che il designer impiegava a crearli e lo sviluppatore a implementarli, il sito diventava sempre più pesante e lento nel caricamento facendo perdere potenziali visitatori.

Invece, grazie al carattere semplice degli elementi grafici del sito, si riescono a creare gli elementi in formato vettoriale (SVG) riducendo notevolmente la dimensione. Da un minimo di 3 files, si passa a un unico file più leggero che può essere adattato alle proprie esigenze con il CSS o JS, permettendo inoltre di creare bellissime animazioni.­­­­­

Un altro aspetto che gli sviluppatori apprezzeranno del flat design è la compatibilità con i vecchi browser. Quanti occupano tanto tempo nell’ottimizzare il proprio sito o applicazione web con Internet Explorer 10, 9 o perfino 8? Magari per tutte le svariate ombre o sfumature che questi non supportano, cercando di far rendere al meglio il progetto che sviluppiamo in queste vecchie piattaforme. In ogni caso, tutti questi vecchi problemi spariranno, anche se potrebbero comparirne di nuovi.

Concludendo, il Flat Design velocizza di molto il processo di sviluppo di un progetto (grafica e programmazione) rendendo la vita più semplice. Ma d’altro canto, a volte bisogna prendere in considerazione altre scelte poiché questa potrebbe non essere quella migliore per sviluppare la propria idea.