Torniamo a parlare di grafica web. Nella rete, così come nel vestiario, esistono mode che sono in continuo cambiamento. Oggi parlo di come ringiovanire e modernizzare la grafica della home page del vostro sito.

 

E cosa c’è di più innovativo per la copertina della vostra pagina principale di un’immagine a tutto schermo? Che domande: un video a tutto schermo! Volete qualche esempio? http://www.apple.com/music/, http://www.squarespace.com/, https://www.google.com/ideas/, http://aquatilis.tv/ oppure potete vederne altri a questo link o a quest’altro.

 

Di sicuro mettere un video accattivante rende più gradevole la visita del vostro sito. Come abbiamo visto in questo articolo, i video stanno diventando una delle fonti primarie di informazione su internet. Gli utenti preferiscono vedere video piuttosto che leggere testi, si lasciano maggiormente coinvolgere perché sono meno impegnativi. Quindi un video può essere la chiave per attirare l’attenzione, far sembrare il vostro sito più moderno, al passo coi tempi, dinamico, curato e interessante.

Ci sono però delle condizioni che è meglio rispettare:

 

  1. Bisogna fornire, come per tutto il resto del sito, contenuti di qualità. Per qualità si intende quella grafica, quindi video ad alta risoluzione, e quella informativa/cognitiva, quindi video che siano inerenti al resto del sito.
  2. I file che caricate non devono essere pesanti. Ricordatevi che maggiore è il peso in byte del file che caricate sul vostro sito, maggiore è il tempo di caricamento. A meno che il vostro sito non sia ottimizzato alla perfezione a livello di caching, cdn ecc, mettere un video troppo pesante è controproducente. Infatti il sito impiegherà molti secondi a caricare e c’è un’alta probabilità che l’utente abbandoni il sito ancora prima che il video si sia caricato.
  3. Non devono essere troppo lunghi. Quando un video è troppo lungo si perde il focus sul sito. Non deve essere il centro dell’attenzione, ma deve attirare l’attenzione sui contenuti del vostro sito. Un utente deve essere incuriosito dal sito. Se gli si propone un video di 4 minuti, ma anche solo di un minuto, è più probabile che o l’utente si focalizzi esclusivamente sul video ignorando il resto del sito, oppure che si annoi e lasci la pagina.
    Senza contare che questo permette un compromesso fra i primi 2 punti. Un video ad alta risoluzione, ma che pesi relativamente poco, deve essere inevitabilmente corto.
  4. Non abilitate i suoni. Di norma, tutto ciò che produce un suono su una pagina web senza l’approvazione diretta di un utente è il male. Se una persona vuol sentirsi un video, va su un portale dove può vederli, non si aspetta di sentirlo sulla vostra home page. Se volete mostrare e far ascoltare un video, allora state sbagliando strada: vi conviene utilizzare un codice embed, non un video come sfondo.
  5. Rispettate le specifiche di buona programmazione. Questo significa che bisogna caricare il video in vari formati, per far sì che possa essere visto su più browser possibili, inclusi soprattutto i dispositivi mobile. Vi lascio un link di una pagina di W3schools dove potete leggere di più al riguardo: http://www.w3schools.com/html/html5_video.asp

 

Detto questo, esistono dei siti che vi semplificano la vita. Uno di questi è coverr.co.

Su questo sito, che vi suggerisco di mettere fra i preferiti, come del resto il nostro support, caricano ogni lunedì 7 video di breve durata e di qualità ottima, utilizzabili gratuitamente sui vostri siti. Inoltre vi forniscono già tutti i codici, i file e le spiegazioni necessarie per mettere i video nelle vostre pagine.
Potrete direttamente vedere in anteprima sul loro sito il risultato, scegliendo di volta in volta il video che preferite.
Il tutto è suddiviso anche in categorie, in modo da poter ricercare i video che fanno al vostro caso ancora più facilmente.

Un altro sito che fornisce un servizio analogo è https://videos.pexels.com/, date un’occhiata anche a lui, anche se certi video sono comuni a coverr.

 

Ricordate: video di qualità, non troppo lunghi e poco pesanti. Il risultato potrebbe essere sorprendente.