Quando si parla di Wireless Fidelity, ossia della Wi-Fi, per usare termini più familiari, si parla di una connessione senza cavi, per l'appunto wireless. Questa connessione utilizza onde radio. Da alcuni anni si sta lavorando per trovare dei possibili sostituti, per avere prestazioni migliori. In questo articolo parliamo del Li-Fi, ossia Ligh Fidelity, una forma di connessione che non si trasmette tramite le onde radio, bensì tramtie la luce. Recentemente i ricercatori dell'azienda estone Velmenni stanno facendo esperimenti per testare questa nuova tecnologia.

Le potenzialità sono notevoli: si parla di connessione 100 volte più veloci di quelle Wi-Fi! Senza contare che, sfruttando la luce, non ci possono essere interferenze di sorta, come invece succede per le onde radio. Si possono dunque ipotizzare utilizzi nel campo medico o in quello aerospaziale, dove le interferenze possono causare terribili effetti. Ma ha davvero solo pregi questa nuova tecnologia? Beh, ovviamente no, ci sono anche degli intoppi.
 

PRO:

  • Circa 100 volte più veloce del Wi-Fi;
  • Permette trasferimenti fino a 224 gbps.
  • Usa le stesse tecnologie dei telecomandi delle tv o dei condizionatori
  • Non interferisce con altri segnali radio

CONTRO

  • Non può essere utilizzata all'aperto poichè i raggi solari interferirebbero con le trasmissioni dei LED
  • Come con i telecomandi, devono essere utilizzate in prossimità dei dispositivi di riferimento (PS, smartphone ecc)
  • Non passa attraverso i muri come invece fa il Wi-Fi

Probabilmente sarà più utile per il campo medico o per evitarci di mettere la modalità aereo quando siamo in volo, ma aspettiamo gli sviluppi delle ricerche.  Per adesso ci accontenteremo del Wi-Fi